­

COSA VUOL DIRE “ASPIRANTE STELLINA”

La sezione “amatori” del club è la porta d’ingresso ufficiale per le future pattinatrici ed i futuri pattinatori. Da questa sezione, le atlete e gli atleti piu’ talentuosi ed appassionati, potranno entrare nella sezione “artistica”, dove, assieme all’aspetto prettamente sportivo ci si confronta anche con un approccio piu’ agonistico al pattinaggio artistico.

Già da questa premessa si intuisce che il corso amatori si svolge seguendo delle ben determinate direttive.

Ci fa molto piacere ricordare che essendo il nostro Club affiliato alla Federazione Ticinese di Pattinaggio ed alla Unione Svizzera di Pattinaggio i nostri corsi riprendono le direttive degli organismi ufficiali di questo sport.

Il corso “amatori” prevede sia da una parte l’insegnamento di nozioni per la sicurezza in pista (quali equilibrio, frenare, saper cadere, curvare), sia tutti gli elementi base per pattinare al meglio (spinte, passi, cambi filo, salti, ecc.). Ovviamente la materia è molto vasta e non puo’ essere imparata in poco tempo. Alcuni esercizi possono richiedere diverso tempo prima di essere eseguiti in maniera impeccabile.

Per questo motivo il corso, o meglio, il “percorso amatori” viene suddiviso in 4 importanti sezioni. Al termine di ogni ciclo d’insegnamento l’atleta, dopo aver superato un esame, consegue la cosiddetta “stellina” ed automaticamente inizia la classe successiva. Si parte da esercizi molto semplici, come previsto dal percorso “aspirante stellina 1” fino ad arrivare a combinazioni di passi, salti e trottole della “aspirante stellina 4”.

Per tradizione il test di conseguimento della Stellina viene fatto il giorno della festa del papà, il 19 marzo, ed è prevista una seconda giornata di test il giorno di San Nicolao, l’8 dicembre. Il test consiste nell’esecuzione, davanti ad una giuria, degli esercizi previsti dalla Unione Svizzera di Pattinaggio e dal proprio livello. Poiché questi test sono considerati a tutti gli effetti al pari di tutti quelli successivi che le atlete dovranno affrontare durante la loro carriera agonistica, il giudizio finale viene stilato da 3 giudici della federazione.

La partecipazione al test è un momento molto importante nella vita delle atlete, puo’ essere motivo di grande felicità ma, ed è giusto ricordarlo, di grande delusione. Per questo motivo è previsto che sia l’insegnante del corso a decidere in via preventiva se l’atleta è pronto. Ma la decisione finale spetta al genitore che, in caso di benestare da parte dell’insegnante, deve confermare la volontà dell’atleta a partecipare al test.

COME AVVIENE L’INSEGNAMENTO

Per  far si che tutte le atlete possano pattinare sotto la supervisione di un occhio esperto in pista abbiamo diverse figure: gli insegnanti, le monitrici, le aiuto monitrici. Potendo usufruire di tutte queste persone abbiamo la possibilità di formare, anche all’interno della stessa classe, gruppi numericamente piu’ piccoli. Questo facilita molto lo svolgimento delle lezioni e garantisce la giusta proporzione insegnante/atleta.

Vale la pena ricordare che tutte le nostre monitrici hanno seguito corsi specifici ed hanno ottenuto il brevetto di “monitrici G+S”. Le “aiuto monitrici” sono quelle atlete che, per motivi di età, sono ancora in formazione ma che a livello di insegnamento non sono da meno delle loro colleghe con già il brevetto. Grazie all’aiuto di queste valide persone l’insegnante ha la possibilità di poter controllare un maggior numero di atlete e garantire un corretto svolgimento della lezione.

In questa occasione vorremmo ricordare che al genitore non è consentito sostare alla balaustra e, idealmente, sarebbe anche meglio che non sostasse dalla ringhiera al piano superiore poiché, per esperienza, abbiamo notato che l’atleta distratto purtroppo rischia di farsi male piu’ spesso.

In pista abbiamo dei professionisti  preparati e con anni di esperienza, in grado sia di insegnare al meglio alle atlete che di intervenire immediatamente in caso di cadute o problemi. Al di fuori della pista c’è sempre un membro del Comitato o altre persone che possono a loro volta dare tutta l’assistenza necessaria oppure rintracciarvi.

TEST STELLINA

Ogni test è suddiviso in 5 esercizi, ogni esercizio eseguito correttamente vale 3 punti, il giudice puo' assegnare o togliere dei decimi di punto in base all'esecuzione.

Il calcolo dei punti di base è 15. Con 15 punti il test è superato. Non esiste la nota minima. Ogni “meno” può essere recuperato con un “più”. Anche con ”3 meno” l’allievo può continuare; ha bisogno però “3 più” in altri esercizi per recuperare.

Esercizi:

esercizi esame stellina

Sponsor

  preziosi passione ghiaccio mac ail

 

logo premiazioni sportive cinque anelli 2000 

           

logo Raiffeisen2
agom

Partner

 

banner sponsor

­